Il riso soffiato è un alimento riconosciuto in tutto il mondo e per la sua estrema versatilità viene utilizzato spesso in molte ricette. A colazione, però, è l’occasione in cui viene consumato di più. Quando ero bambino ne osservavo, incuriosito, la sua leggerezza e pensavo sempre a come lo si potesse realizzare. Con il passare degli anni l’esperienza mi ha portato a sperimentare vari metodi e realizzare diverse ricette per poi concentrarmi su un metodo in particolare che brevemente vi descriverò.

Tuttavia è bene rammentare che il riso soffiato può essere utilizzato anche per realizzare torte, dolci, barrette ecc. Ma andiamo agli ingredienti di riferimento:

– Riso quanto basta

– Acqua quanto basta

– Zucchero o sale quanto basta

Il procedimento è semplice ma bisogna fare attenzione. Per prima cosa si sceglie il riso da utilizzare.  Io consiglio di procedere con un riso cosiddetto a chicco grande.

Prendete la quantità desiderata e sciacquatelo mettendolo in un contenitore. Bisogna lavarlo più volte fino a quando non è andato via tutto l’amido presente. Una volta fatto ciò, bisogna scolarlo e metterlo in una pentola. Per ogni tazza di riso una va aggiunta una tazza di acqua. Il tutto si porta ad ebollizione  fino ad ottenere il riso asciutto, privo dell’acqua che intanto sarà evaporata.

All’ acqua si può anche aggiungere sale, zucchero o lasciare il composto neutro a seconda della vostra utilità.

Una volta cotto il riso lo si riporrà in una teglia forata per favorirne l’asciugatura e lo si lascia a riposo per circa una giornata. Se poi si intende velocizzare possiamo infornarlo a 50° per circa 6 ore.

Una volta asciugato possiamo cuocerlo in due modalità: o friggerlo in olio caldo, oppure infornarlo a 140° gradi in una teglia unta per circa un’ora e mezza.

Una volta elaborato i processi descritti avrete a disposizione il famoso riso soffiato che potrete conservare in barattoli di latta o di vetro che potrete utilizzare per una sana e gustosa colazione.

Come anticipavo, è possibile anche realizzare delle barrette di cioccolato. E’ semplicissimo:  basta sciogliere del cioccolato, latte o fondente a piacere, al microonde, aggiungere il riso soffiato che si è preparato e mettere il tutto in una piccola placca da cucina precedentemente rivestita con della pellicola trasparente. Attendere che il composto si indurisca dopodiché procedete a tagliare su un tagliere le vostre barrette in base alla grandezza desiderata. Una barretta di cioccolato al riso soffiato è sicuramente l’inizio di una giornata energetica e positiva!

Antonio Cioffi – Chef e Pasticciere