Il nostro Paese è da sempre meta di turisti che provengono da ogni angolo del pianeta per ammirarne le bellezze artistiche e paesaggistiche e per assaggiare la famosa cucina italiana.

Molti alberghi, soprattutto quelli che si trovano nel centro città, propongono una vasta scelta di pietanze da poter consumare a colazione. Sono ancora pochi, invece, i Bar che si organizzano per servire una colazione all’americana, che dovrebbe essere prevista nella propria offerta soprattutto se si trovano nei centri più visitati,per soddisfare le abitudini dei turisti stranieri.

Allora cosa dovrebbe prevedere un Bar nel menù della mattina per servire una buona colazione all’americana?
L’American breakfast è un pasto molto vario e cambia da Stato a Stato. Quest’ultima nasce in America negli anni dei pionieri i quali avevano bisogno di una ricca colazione per affrontare tutta la giornata di lavoro per poi cenare quando rientravano a casa. Questa pratica ha fatto sì che la colazione si arricchisse con tantissimi ingredienti in maniera tale da poter dare quell’apporto calorico che riuscisse a trasmettere tutta l’energia necessaria.

Oggi  l’American Breakfast si sta diffondendo  in tutto il mondo, anche in Italia ormai i ritmi lavorativi ci inducono spesso a pasti veloci e frugali; ed è per questo che molte persone preferiscono fare un’abbondante colazione rinunciando ad un  pranzo veloce e povero.

Ecco un menu-esempio da poter organizzare per servire una colazione all’americana in un Bar. Per essere considerata una vera American Breakfast, non possono mancare questi prodotti:

  • Succo d’arancia
  • Frutta fresca
  • Cereali con latte freddo
  • Toast
  • Bacon
  • Uova al tegamino o strapazzate
  • Salsicce, prosciutto cotto
  • Fagioli e patate fritte
  • Tè o caffè
  • Pancakes con sciroppo d’acero
  • Muffin e ciambelle

Molte volte vengono aggiunte anche torte salate, crepes, plumcake salati insieme a vari formaggi sia a pasta dura che a pasta molle. Ovviamente il tutto deve essere organizzato in modalità buffet oppure inserito in un menu che permetta a tutti di poter scegliere le diverse opzioni possibili.

Ai Baristi, soprattutto quelli situati in città dal cospicuo flusso turistico, consiglio vivamente di cominciare ad organizzare questa pratica. In poco tempo vedrete aumentare gli ingressi e la qualità della vostra offerta. Ovviamente per farlo sapere a tutti l’App Breakfast  Point vi darà un’enorme mano pubblicizzando e geolocalizzando il vostro punto vendita.

Antonio Cioffi – Chef e Pasticciere